Perché studiare da noi

Le lauree scientifico-tecnologiche sono lauree “forti” per quanto riguarda le possibilità occupazionali, consentendo ai laureati di trovare lavoro in tempi brevi, con contratti stabili e stipendi più alti della media: ad un anno dalla laurea magistrale lavora (o prosegue gli studi universitari) il 81,6% dei laureati in Ingegneria (media sulle classi LM 32 - con l'100% -, LM 27 - con il 75% - e LM 31, con il 79,9%) ed il 83,3% dei laureati in Matematica, contro il 63,2% del totale dei laureati; a tre anni gli Ingegneri occupati (o che proseguono gli studi) sono il 97,6% (media sulle classi LM 32 - con il 100% -, LM 27 - con il 100% - e LM 31, con il 96%) ed i Matematici sono l'93,3%, contro il 84,7% del totale dei laureati.

Perchè iscriversi a Ingegneria o Matematica a Siena

Ci sono molti validi motivi per scegliere di studiare da noi:
► La struttura è a misura di studente. La sede del Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione e Scienze Matematiche favorisce tutti gli aspetti della formazione, con aule attrezzate e capienti, laboratori di base e specialistici con elevato numero di posti, biblioteca a scaffale aperto, zone per lo studio di gruppo e individuale con connessione Wi-Fi.
► L'elevato rapporto docenti/studenti, l'adeguatezza degli spazi, ed una didattica volta alla soluzione ed alla presentazione di problemi concreti consentono agli studenti di divenire un soggetto attivo del processo educativo.
► L'ateneo di Siena è a misura di studente. L'ateneo di Siena offre agli studenti servizi di informazione, accoglienza e orientamento, assistenza per la richiesta di borse di studio e di posti alloggio nelle residenze universitarie, impianti sportivi, supporto nella ricerca di stage o tirocini formativi, agevolazioni per spettacoli teatrali, cinematografici e musicali.
► Secondo l’ultimo rapporto Censis (2018), l’Università degli Studi di Siena si è classificata al primo posto fra gli atenei di medie dimensioni.

► Le richieste e la ricettività del mercato del lavoro per i laureati in Ingegneria ed in Matematica nel contesto locale sono superiori al numero annuo di neolaureati, sia di primo livello che magistrali.